/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Accadeva un anno fa

Attualità | lunedì 16 ottobre 2017, 10:58

19 Pari, il progetto del Ce.pim per l’uguaglianza del sostegno e dell’abitare

Il piano di lavoro accompagnerà un gruppo di giovani adulti (18-35anni) con disabilità intellettiva e relazionale e le famiglie a sperimentare percorsi di inclusione e vita indipendente richiamati dall’articolo 19 della Convenzione ONU per i diritti delle persone con disabilità

La Città di Asti Settore Politiche Sociali è partner con l’associazione Ce.pim. del progetto 19 Pari, riguardante l’accompagnamento alla vita adulta di persone con disabilità intellettiva.

Il piano di lavoro, illustrato a una folta assemblea al Centro culturale san Secondo,  accompagnerà un gruppo di giovani adulti (18-35anni) con disabilità intellettiva e relazionale e le famiglie a sperimentare percorsi di inclusione e vita indipendente richiamati dall’articolo 19 della Convenzione ONU per i diritti delle persone con disabilità.

Il Servizio Sociale si propone di dare attuazione a quanto lì richiamato sostenendo azioni che garantiscano inserimento della persona con disabilità nella collettività.

“I progetti rivolti alle persone con disabilità che traggono ispirazione dalle normative internazionali,  sottolinea l’Assessore ai Servizi Sociali Mariangela Cotto, rappresentano una concreta  possibilità di crescita culturale per la nostra Città ed una opportunità di vita per le persone con disabilità e le loro famiglie”.

La metodologia innovativa messa a punto dal Centro Studi per i Diritti e la Vita Indipendente dell’Università di Torino, di cui si avvale il Ce.pim, guarda a favorire condizioni di contesto che integrino occupazione lavorativa, ruolo sociale, identità adulta e condizione abitativa indipendente.

Per informazioni: cepim.asti@gmail.com

CS

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore