Settembre 24, 2021

AstiNotizie.it

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Comprato una casa economica in Italia. Questo è quello che è successo dopo

(CNN) – Nonostante l’epidemia, il bonus delle case economiche in Italia attira centinaia di acquirenti desiderosi. Cosa succede quando qualcuno cade e investe i propri (piccoli) spiccioli nell’angolo in frantumi di una città lontana?

Per Roy Patrick, un 67enne britannico appassionato di auto e moto che ha acquistato una casa della vecchia scuola nel villaggio di montagna settentrionale di Kareka Ligur per circa 500 16.500, è stata un’avventura – una porta senza incidenti come un camino che cade e la congestione – e una gioia.

Patrick, di Oxford, ha acquistato la proprietà dopo essersi trovato per caso in montagna al confine tra Piemonte e Liguria.

È arrivato dopo lo sbarco nel porto di Genova da un viaggio nel Mediterraneo post-divorzio, dove ha incontrato persone che gli avevano raccontato le meraviglie del paese. Decise di visitarlo e rimase affascinato dal luogo.

Dopo aver visitato diverse vecchie proprietà, si innamorò dell’edificio scolastico degli anni ’30 e lo acquistò nel 2017.

“Le altre case erano belle, ma niente di speciale, avrebbero potuto essere trascinate per i vicoli di un qualunque paesino italiano”, racconta Patrick. “Ma era speciale, la vista era unica: la salita sulle montagne al tramonto, diresti ‘wow’. Questa è la mia arcadia personale, la mia nudità, il luogo del trattamento”.

L’immobile (simile a tanti operanti in tutta Italia), ubicato presso il municipio locale nell’ottica di ridurre il numero delle comunità, si trova nel tranquillo quartiere di Conio, dove vivono solo 12 persone.

Dall’acquisto, è stato in visita ogni due settimane, anche durante le epidemie. Compra e rivende vecchi tre ruote in Italia. Dice di aver scoperto una nuova famiglia in città e un santuario del boogie per la droga e il disfacimento in mezzo all’aria fresca.

Kareka, dice, ha molte attrattive.

“Prima della lista c’è l’amicizia della gente del posto, seguita dai panorami mozzafiato che ottengo guardando dalle finestre sulla valle. Il mio è il miglior panorama del villaggio.

“Inoltre, a pochi metri di distanza, ho la fortuna di avere una fontana alimentata dall’eccitante acqua fredda che scende dalle cime delle montagne”.

Crollo del camino

Patrick dice che l’incontro iniziale con la sua nuova casa è stato meno di quanto promesso.

Ha ricordato che il sindaco ha dovuto salire su una scala per entrare in una finestra per aprire l’edificio. Era chiuso da decenni e la porta era bloccata e le chiavi non si trovavano da nessuna parte.

La catastrofe post-strutturale si è trasformata in una storia positiva. Alla vigilia di Natale, quando un camino instabile è crollato a causa della forte nevicata, uno dei vicini di Patrick è salito sul suo tetto e si è offerto volontario per proteggerlo. Patrick ha detto di essere rimasto sorpreso quando la persona si è rifiutata di pagare.

Le persone sono accoglienti, dice, e vogliono aiutare i nuovi arrivati ​​e non vogliono nulla in cambio. Al massimo, un bicchiere di vino rosso per affondare insieme.

Secondo Patrick, ha fatto numerosi amici nel villaggio e si sta godendo la sua cena italiana con loro.

Patrick dice di aver scoperto un tesoro di scoperte storiche durante la ristrutturazione minima necessaria per rendere vivibile la vecchia scuola.

Nel soggiorno, ha trovato cimeli della vita precedente dell’edificio: pile polverose di vecchi libri di testo, calamai, bottiglie di vetro, dischi degli studenti e altri oggetti di fumetti, ai vecchi tempi in cui Patrick aveva insegnato a 20 studenti in soggiorno in passato.

Sulla soglia c’è un mosaico con numeri romani che indica l’anno di costruzione della scuola. Patrick ha deciso di posizionare i pavimenti in piastrelle originali e le pareti ricoperte di legno.

Kareka, dove molti vendono le loro case di famiglia vuote per 000 12.000, si sente congelata in molti modi.

Vita tranquilla

Acquirente del Regno Unito Kareka-Home Road C Comune.  Va

Il villaggio insonne è a chilometri di distanza da negozi, bar o ristoranti nelle vicinanze.

Caricamenti del comune di cortesia

Situato tra le montagne dell’Appen, è sparso su 15 contrade popolate e due borghi infestati. Ci sono solo due residenti in un quartiere. Le persone si aggirano l’una intorno all’altra e chiacchierano dai balconi delle finestre.

Mentre Kareka carica da anni proprietà a basso costo, i funzionari occasionalmente mettono all’asta edifici abbandonati. Alcune delle case che sono crollate sono state recentemente vendute da 000 6.000 a 000 7.000. Due immobili sono ancora molto immessi sul mercato.

Patrick ha alcuni consigli per coloro che sono tentati dal pensiero di acquistare una casa qui: non aspettarti alcun tumulto sociale e preparati per strade sconnesse e difficili.

Assolutamente niente, dice, ottimi panorami, silenzio m nam, aria fresca e bellissimo ambiente. Niente bar, supermercati, negozi o ristoranti. Per guidare è necessario un veicolo.

Tuttavia, Kareka diventa la primavera della vita in estate, quando gli escursionisti e i vacanzieri vengono a rilassarsi.

“Questa è una notte in cui tutti i giovani si riuniscono e organizzano un grande rave party con musica ad alto volume fino al mattino successivo”, afferma Patrick. “Altrimenti sta prendendo in giro gli uccelli e siamo completamente silenziosi. Mi sento in colpa se uso una motosega.”

La scuola a due piani ha spessi muri in pietra e soffitti alti. Patrick dice che può essere molto freddo in inverno quando alcune settimane non sono vuote, e ci vuole un po’ per riscaldarsi. Quando la neve si accumula, liberare un percorso verso la porta è un lavoro duro.

Patrick ha gestito l’intera ristrutturazione della scuola, compresi i miglioramenti dell’impianto idraulico e del riscaldamento. Dipinse le pareti esterne di bianco e dipinse le vecchie staffe gialle con vernice verde.

Riving è difficile, dice.

“Il cablaggio è tipico di un piccolo vecchio villaggio italiano – non adatto a apparecchiature tecniche spaventosamente sottili e moderne. Posso azionare solo le luci, nient’altro, nemmeno il forno a microonde. Aveva pochi kilowatt di potenza ed è scattato”.

READ  IMMOFINANZ aggiunge l'Italia come nuovo mercato nel portafoglio di STM SHOP

Cucina “spaventosa”

Acquirente nel Regno Unito Kareka-Konio Home Original Kitchen C Patrick

Patrick dice che la vecchia cucina “spaventosa” è stata demolita.

Rispetta Roy Patrick

La casa aveva alcuni elettrodomestici quando Patrick l’ha acquistata, ma ha smaltito la cucina “incredibilmente orribile” utilizzata dalla famiglia che viveva lì dopo la chiusura della scuola. Per quanto riguarda i mobili, ha visitato i mercatini delle pulci locali e ha notato oggetti insoliti.

“L’interno è selettivo, un po’ moderno e retrò: un tipico tavolo di marmo italiano, vecchi mobili da cucina in legno, dipinti bucolici, una testa di cinghiale di mummia, una comoda poltrona. Il rosso è il colore principale. Fornello rosso, forno a microonde rosso, vaso rosso, sedie rosse. Ho una bella coperta elettrica per tenermi al caldo, che è il mio lusso. ”

Patrick dice che ha un’antipatia romantica per i pannelli di pino che coprono le pareti interne. Il suo primo impulso fu di strapparlo, ma poiché era in buone condizioni, creando un’atmosfera calda, decise di lasciar perdere.

“Continuo a darmi un pizzicotto e non riesco a credere alla mia fortuna”, dice. “La scuola era in gran forma, i tetti erano belli. La grande ristrutturazione è stata fatta, ma è ancora in corso. Devo fare qualcosa ogni volta che visito. Non mi rilasso mai, lavoro sempre su piccole riparazioni. Mi piace spendere soldi pensando a come migliorare le cose. Tempo”.

Quando non viene sistemato, Patrick passa il tempo a cucinare e ad ascoltare musica: quando la gente del posto sente delle melodie provenire dalla sua finestra, sa che è tornato in città ed è ora di fare festa.

Sebbene la ristrutturazione non lo privò di una fortuna perché la proprietà era tutt’altro che rovinata per lui, non fu tutto un viaggio vano.

Patrick ha detto che ha dovuto portare l’impalcatura per riparare e dipingere l’esterno – che ha ricordato essere un “compito molto pericoloso” – e ha dovuto montare una nuova doccia nel bagno perché c’era una toilette.

“Ho dovuto affrontare una serie di problemi”, dice. “So dove andare nel Regno Unito per acquistare gli strumenti e le forniture di cui ho bisogno. Ma non so nulla a Karachi. Quindi, prima devi scoprire dove stai andando, quale negozio o persona cercare. Lavoro, devi pianificarlo.”

Un altro problema è stato che, come molte belle parti d’Italia, ha lottato per assicurare la casa situata nella zona del terremoto.

Il miglior consiglio che Patrick vorrebbe condividere con le persone che stanno pensando di acquistare una casa a Kareka, è di pensarci bene in anticipo.

“Nel villaggio non c’è niente se non offrire settimanalmente formaggi con le buste”.

Gli accordi devono essere acquistati dal vicino villaggio di Capella, che dista meno di 10 miglia, ma impiega più di 30 minuti per raggiungere la strada disseminata dalle curve di Harpin.

“Fidati di me, non è una buona guida su quelle strette strade di montagna, specialmente quando sono ricoperte di neve fresca e vergine. Può essere spaventoso.”

READ  Settembre in Sardegna - Cinque gioielli luccicanti da trovare nella preziosa isola d'Italia