Settembre 24, 2021

AstiNotizie.it

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Gli avvocati esaminano le affermazioni del governo in Italia prima della conferma ufficiale | Corona virus

Mentre le indagini penali sull’epidemia mortale in Europa continuano, i pubblici ministeri italiani stanno esplorando nuove prove che il virus corona si sta diffondendo nel paese, poche settimane prima che venga ufficialmente diagnosticato il primo caso di scambio locale.

Gli avvocati che rappresentano le famiglie delle vittime del Govit-19, un uomo di 50 anni con cartelle cliniche, sono stati ricoverati in un ospedale con polmonite bilaterale a Bergamo, in provincia di Lombardia, a fine gennaio 2020. Colpito duramente durante la prima ondata di contagi, “Può cambiare la cronologia dell’epidemia in Italia”.

“L’impatto di questa negligenza è che si sarebbero potuti evitare molti decessi”, ha affermato il console Loquatti, che rappresenta le famiglie in due casi legali. “Se è una scelta che è venuta dall’alto come scelta politica, significa che le persone sono state uccise dalla politica piuttosto che da un virus”.

Secondo la cartella clinica visionata dal Guardian, il paziente è stato dimesso il 17 febbraio, la prima malattia infettiva a diffondersi in Italia è stata confermata quattro giorni fa nella città lombarda di Kodokno, a sud di Milano.

Prima del caso Kodokno, due turisti cinesi di Wuhan erano arrivati ​​a Milano il 23 gennaio prima di essere ricoverati in un ospedale di Roma una settimana dopo, gli unici pazienti Covit-19 confermati in Italia.

Italia È stato il primo paese dell’Occidente ad essere colpito dall’epidemia e il bilancio delle vittime della baia è stato di 127.649 a partire da domenica. Europa Dopo l’Inghilterra.

Al momento della diagnosi a Kodokno, solo coloro che si erano recati in Cina entro 14 giorni dai primi sintomi avevano un test del virus corona. Tuttavia, secondo le linee guida emanate dal Ministero della Salute il 22 gennaio 2020, “quelli con esami medici anormali e imprevisti, soprattutto quelli che hanno un peggioramento improvviso nonostante un trattamento adeguato, indipendentemente da dove vivono, dovrebbero essere testati. O storia di viaggio”.

Secondo le cartelle cliniche, il paziente bergamasco ha sviluppato sintomi di “tosse e febbre” pochi giorni prima di essere ricoverato all’ospedale di Siriat. Una scansione TC dei polmoni del paziente ha mostrato che “il polmone sinistro era costituito da seni paranasali che sembravano vetro sul pavimento”. I risultati della scansione riflettevano le caratteristiche di Govit-19 in pazienti con evidenza clinica o radiologica di polmonite.

Nell’ambito di un’indagine sulla negligenza penale delle autorità italiane nell’affrontare l’epidemia, i pm di Bergamo devono ora verificare che il paziente sia stato testato per Covit-19. Se non viene effettuato un test, devono essere accertati se le linee guida sull’infezione specificate dal Ministero della Salute sono state violate dall’ASL.

Cinque dirigenti sanitari e un ex dirigente del ministero della salute lombardo sono indagati dalla Procura.

Nuove prove saranno presentate giovedì alla prima udienza al Tribunale Civile di Roma in una causa intentata dalle stesse famiglie che chiedono al governo italiano un risarcimento complessivo di 100 milioni di dollari.

Locatti ha affermato che le prove raccolte finora riflettono “prove conclusive di negligenza sistematica”.

“E [the medical records] Dimostra come il corona virus non venga rilevato in Italia da almeno un mese perché non conforme alle linee guida per la sorveglianza epidemiologica”, ha aggiunto.

Credevano che il virus si fosse diffuso nel Paese per diverse settimane, prima che fosse ufficialmente diagnosticato, con l’inizio delle epidemie in Italia. Alcuni medici in Lombardia, i più colpiti in regione, Riferito di aver visto i casi “Strana polmonite” nei pazienti a fine dicembre 2019.

Analisa Malara, un’anestesista del Kodokno Hospital, altrimenti nota come Matia Master of Italy, 38 anni, è conosciuta come la “paziente” italiana e Kovid dovrebbe essere esaminato dopo aver visto le foto dei suoi polmoni il 20 febbraio 2020. Maistry non era stato testato prima perché non aveva viaggiato in Cina prima di ammalarsi. La sua diagnosi Govt-19 è stata confermata il 21 febbraio 2020.

READ  Ultime notizie di viaggio: le vacanze in gioco mentre la Grecia inasprisce le regole e l'Italia estende l'isolamento