Settembre 24, 2021

AstiNotizie.it

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Incidente in funivia in Italia: ragazzo sopravvissuto, 6 anni, – ‘Rapito dai parenti!’ | Mondo | Notizia

Aidan Bran è stato l’unico sopravvissuto a un incidente via cavo sulle Alpi a maggio, che ha ucciso suo fratello minore, i genitori e i nonni.

Durante l’autunno, la famiglia stava guardando il Lago Magior, situato nella parte meridionale delle Alpi.

La funivia, che comprendeva la famiglia, stava viaggiando sulla montagna quando si è scontrata con un palo della corrente e poi è caduta a terra.

L’auto è caduta giù per la collina e si è schiantata contro gli alberi, finendo a 300 metri dalla stazione.

La madre di Eaton Taal, 26 anni, il padre Amit, 30, il fratello Tom di due anni e i bisnonni Itzak e Barbara Cohen, 82 e 70, sono stati uccisi insieme ad altri otto parenti a bordo.

Secondo Matteo Casparini, capo provinciale del Soccorso alpino italiano, la causa dell’incidente è stata una rottura di un cavo e un guasto al freno di emergenza.

Gasparini, descrivendo l’accaduto, ha dichiarato: “La funivia è tornata indietro” ei cavi di sostegno si sono staccati. “

Riferendosi al problema del freno di emergenza, ha detto: “Non sappiamo perché non ha funzionato, mentre ha funzionato sulla vettura in discesa”.

Le due zie di Eaton sono in custodia cautelare mentre combattono per prendersi cura del ragazzo dopo la tragedia.

La zia materna Aya Bran-Neerko è ai ferri corti con la zia materna Khali Belek su chi si prenderà cura del bambino di sei anni.

Leggi di più Incidenti in funivia nell’orrore della montagna italiana: almeno 13 morti

Ha ribadito la necessità della stabilità del ragazzo dopo gli orribili processi, e ha sottolineato l’importanza dell’identità ebraica e israeliana di Eaton, che sua sorella “rispetta”, che sarebbe distrutta se avesse continuato a vivere in Italia.

READ  Empson USA celebra 50 anni di partnership di lunga data con storici marchi italiani

Ha aggiunto: “Tra qualche anno si guarderà indietro e vedrà dove è cresciuto, chi sono i suoi genitori. Per me è importante vedere che è sempre lì per lui. Ha già perso una famiglia, non c’è bisogno di perdere altro.”

Dopo la tragedia, la signora Belek ha detto che è stata solo una breve visita con Eaton che “piange lacrime” quando ha dovuto andarsene.

Gli avvocati della signora Fran-Neerko si riferiscono a queste affermazioni come “surreali” e sono “false”.

Dopo il test, i medici di Eaton hanno affermato che si stava riprendendo e che le sue condizioni stavano “migliorando significativamente”, compreso il disturbo da stress post-traumatico.