Dicembre 7, 2021

AstiNotizie.it

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Inondazioni improvvise nella città italiana trasformano le strade in fiumi

Il funzionario del governo con sede a Catania Giuseppe Maria Sombinado ha dichiarato martedì alla CNN che la situazione era “molto complicata”. Dalla finestra del suo ufficio, Spampinato ha detto che la via principale della città, via Ednia, è stata completamente allagata.

Lunedì, la Protezione civile italiana ha emesso un allarme rosso – il suo massimo allarme – per allagamenti nella Sicilia nord-orientale e nella Calabria sud-occidentale. Martedì è stata emessa un’allerta rossa per il secondo giorno in quanto sono attese piogge più intense.

“Una depressione barometrica si estende sul Mar Mediterraneo e provoca un clima caotico nelle parti meridionali del Paese”, ha detto lunedì il governo italiano.

Da domenica, forti piogge e forti venti colpiscono il sud Italia, con mezzo metro (circa 20 pollici) di pioggia segnalati nella regione.

La piovosità massima da domenica a martedì mattina è stata di 520,4 millimetri (20 pollici) dalla Lingulosa in Sicilia e di 440,2 millimetri (17 pollici) da Fabricia, in Calabria. Catania ha registrato 167 millimetri (7 pollici) in 24 ore, più del doppio della piovosità media di ottobre di 62,7 millimetri (2 pollici).

L’epicentro è stato segnalato al di sotto del fondale dell’Oceano Pacifico, tuttavia, non è stato emesso alcun allarme tsunami.

Previsione dei campioni meteorologici da 100 a 150 millimetri Pioverà da mercoledì a venerdì, con più pioggia nelle aree locali.

Scena di danni causati dal maltempo in Scozia, Sicilia.

Il sindaco della Catalogna, Salvo Boglis, ha ordinato la chiusura di scuole e giardini pubblici martedì a causa della situazione, secondo il sito web del comune di Catania. Ai residenti è inoltre vietato parcheggiare nelle aree franose e lungo le strade costiere poiché sono previsti temporali di “intensità specifica”.

READ  Il centrosinistra controlla le maggiori città italiane battendo i Cinque Stelle

Martedì, il servizio antincendio e di soccorso italiano, Vigili del Fuoco, ha dichiarato su Twitter che sono state ricevute 250 chiamate a causa del maltempo a Catania. Sono in corso le ricerche della donna scomparsa nella comunità di Scordia, a Catania, dopo la morte di un uomo avvenuta lunedì, ha riferito il servizio.

Salvo Cosina, capo della Protezione civile in Sicilia, ha detto lunedì a Reuters davanti alla telecamera: “Oggi stiamo ancora cercando i dispersi. Abbiamo recuperato il corpo di un uomo, non il corpo di una donna.

“Questa zona è a circa un chilometro da dove hanno lasciato la loro auto. Ieri qui sono caduti 250 millimetri di pioggia, che è stata davvero enorme. L’acqua ha allagato le strade quindi potrebbero aver lasciato l’auto in preda al panico. Forse potrebbero sono rimasti lì, “e furono travolti dalla furia delle acque”.

In Calabria le chiamate sono state 140 a Reggio Calabria, 52 a Cosenza e 49 a Wipo Valentia. Più di 300 vigili del fuoco sono coinvolti in lavori legati alle inondazioni.