Dicembre 7, 2021

AstiNotizie.it

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’esclusiva società italiana di credito all’esportazione può assicurare $ 567 milioni di prestito russo per l’impianto di GNL artico – Fonti

  • Arctic LNG 2 affronta l’opposizione dei legislatori verdi dell’UE
  • L’impianto GNL ha una capacità di 20 milioni di tonnellate/anno entro il 2026
  • I dirigenti di Novatech si sono recati a Roma per raccogliere supporto

ROMA, 19 nov (Reuters) – L’italiana SACE potrebbe assicurare l’Arctic LNG 2 di Novatek prendendo in prestito circa 500 milioni di euro (567 milioni di dollari), tra le richieste dei legislatori verdi dell’UE di non esportare le agenzie di credito, hanno detto a Reuters fonti vicine alla questione. Sostegno al progetto da 21 miliardi di dollari.

L’ambasciatore italiano in Russia, Giorgio Stares, ha dichiarato giovedì che i finanziamenti saranno forniti da Cassa depositi e prestiti (CDP) e Intesa Sanpaolo, il debitore del governo italiano che controlla la società italiana di credito all’esportazione SACE. (ISP.MI). Per saperne di più

In una lettera di maggio, alcuni membri del Parlamento europeo hanno espresso preoccupazione per il potenziale sostegno delle agenzie di credito all’esportazione francesi, tedesche e italiane per Arctic LNG 2, che secondo loro non sarebbe in linea con gli obiettivi climatici.

Iscriviti ora per un accesso gratuito illimitato a reuters.com

Sia SACE che Intesa Sanpaolo hanno rifiutato di commentare.

Fonti hanno affermato che l’accordo assicurativo non è stato finalizzato e che è stata prestata la dovuta attenzione ai finanziamenti, il cui importo non era stato annunciato prima.

L’impianto dovrebbe produrre circa 20 milioni di tonnellate di gas naturale liquefatto (GNL) all’anno entro il 2026.

Fonti hanno aggiunto che i finanziamenti per la firma dell’accordo firmato dall’Italia durante i colloqui sul clima della COP26 della scorsa settimana dovrebbero essere approvati, non bloccati.

READ  Lamborghini Huras EVO diventa follow-me car per l'aeroporto di Bologna in Italia

Quasi 200 paesi, tra cui l’Italia, che hanno partecipato ai colloqui sul clima delle Nazioni Unite a Glasgow, in Scozia, hanno deciso di eliminare gradualmente i sussidi inefficienti per i combustibili fossili.

All’inizio di quest’anno, gli azionisti di Novatek hanno approvato $ 11 miliardi di finanziamenti esterni per il progetto Arctic, che dovrebbe iniziare la produzione nel 2023.

Leonid Michelson, presidente di Novodech, un partner chiave nel progetto (NVTK.MM), ha detto a Reuters venerdì che l’Italia ha fornito la più ampia gamma di attrezzature e servizi di ingegneria tra gli appaltatori europei.

Non ha fornito statistiche, ma ha affermato che il team dietro il progetto era felice di collaborare con i suoi partner italiani ed era fiducioso della sua natura a lungo termine.

A ottobre, i vertici del più grande produttore di GNL russo si sono recati a Roma e hanno diffuso il sostegno, mentre Banca Indesa ha affermato che il leader russo stava studiando l’accordo, ma non era stata ancora presa alcuna decisione. Per saperne di più

Una fonte ha affermato che il finanziamento italiano sosterrebbe due accordi: 2,2 miliardi sono stati previsti per una joint venture tra Sybem. (SPMI.MI) E Rönesans Holding AS, e altri 60 560 milioni Nuovo Pignone International.

(1$ = 0,8819 euro)

Iscriviti ora per un accesso gratuito illimitato a reuters.com

Relazione aggiuntiva di Francesca Landini a Milano e Vladimir Soldatkin a Mosca; Montaggio di Alexander Smith

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.