Dicembre 7, 2021

AstiNotizie.it

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’Italia potrebbe tornare ad essere uno dei Paesi leader nel campo della coltivazione della mandorla

L’interessante evento di tre giorni si è concluso con diverse spiegazioni sulla coltivazione delle mandorle. L’evento si è svolto sabato scorso, 23 ottobre 2021, presso l’OP La Mandorla di Mazzarino (CL), in Sicilia, con un convegno che ha risolto i temi della coercizione, dei mercati, dei problemi produttivi, delle nuove aree produttive e della concorrenza internazionale che l’industria italiana deve imporre. Se vuoi essere un operatore migliore sul campo, puoi affrontarlo.

Registra una buona partecipazione alla Conferenza Agricola Mandorla Italiana

Il tema principale della conferenza era la necessità di cooperazione e coordinamento.

Presidente dell’Organizzazione dei Produttori Obi La Mandorla, Rogo Selvaggio

Il presidente del PO Rocco Selvaggio ha illustrato i passi che hanno portato alla formazione dell’associazione unica in Italia basata sulla coltivazione del mandorlo. Sul podio è poi salito Salvador Ballera, salutando il mandato degli agronomi di Caldanicetta (Sicilia) e sottolineando il valore dell’iniziativa.

Tra gli interventi in programma spicca quello di Giovanni Queli, agronomo del PO, che ha sottolineato la necessità di stimolare la produttività puntando sulla qualità, fondamentale per la redditività.

Giovanni Gueli è stato l’agronomo di Obi La Mandorla durante il suo intervento. (Clicca qui per visualizzare un album fotografico dell’evento)

“Purtroppo la frammentazione della produzione è l’opposto della struttura delle entrate. Nonostante la biodiversità senza precedenti, assistiamo a una straordinaria presenza di prodotti esteri, soprattutto di bassa qualità, con mandorle di qualità eccezionale. Insieme mirano a migliorare la produzione e le vendite complessive. significa aumentare la competitività di conseguenza, in quest’ottica bisogna puntare sulla produzione biologica, che alza l’asticella in termini di posizionamento sul mercato”.

READ  IDA: la nuova compagnia aerea italiana sostituisce Alitalia

Salvatore Contarino, consulente dell’OP La Mandorla, ha contribuito all’evento, soffermandosi sul percorso che ha portato alla definizione di questa organizzazione di produttori.

Salvador Contarino

“OP La Mandorla, sostenuto da Unaproa in fase costituzionale e dopo l’accreditamento per l’ente specializzato per la produzione di mandorle, vorrei segnalare con chi PO ha presentato la domanda di adesione. Vorrei segnalare le opportunità. Ci sono tanti i risultati ottenuti stando insieme. In questo, il riconoscimento del sostegno economico per l’abbattimento a verde dei mandorli è stato finora concesso solo ad altre cultivar. Chiediamo anche il sostegno per la cernita delle mandorle amare, ha un suo specifico sbocco commerciale da Sweet Almond. Con meno accantonamenti, dobbiamo sottolineare la piena integrazione della catena di approvvigionamento. 1,2 miliardi entro il 2022 per migliorare la competitività delle OP “, ha affermato il consulente.