Ottobre 19, 2021

AstiNotizie.it

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’Italia trova una soluzione “molto veloce” al cerotto Monte Tea

Siena, Italia (Reuters) – L’Italia prevede di trovare una soluzione al salvataggio del Monte de Pacchi de Ciana “molto presto”, ha detto venerdì il ministro dell’Industria Giancarlo Giergetti.

Unicredit, la seconda banca italiana, ha avuto colloqui esclusivi con il Tesoro per valutare l’acquisto di “parti selezionate” del Monte de Pacchi (MPS) di proprietà statale del 64% a seguito del salvataggio del 2017.

La vendita, in cui il governo paga di più per MBS, è diventata una questione politica controversa.

Interrogato sulle alternative al MPS durante una visita a Siana, Georgette ha affermato che il suo governo stava affrontando un grave problema ereditato dalle precedenti amministrazioni.

Roma ha da tempo isolato Unicredit come miglior acquirente per Mps, che avrà bisogno di nuovi capitali dopo aver salvato i contribuenti al costo di 5,5,4 miliardi.

Ma dopo decenni di cattiva gestione, scarsa qualità del credito e debole proprietà aziendale, i rischi legali hanno reso MPS una vendita difficile, costringendo il Tesoro a lavorare sodo per distribuire incentivi adeguati all’acquirente.

Interrogato su possibili alternative, Georgetti ha detto che c’erano “molte idee”, ma resta da vedere cosa è possibile fare a Roma visto che le regole e gli impegni presi con i funzionari Ue per rimpatriare il prestatore toscano alla proprietà privata sono particolarmente difficili.

Ha anche detto che parlerà con il primo ministro Mario Draghi delle opzioni.

Alla domanda su una possibile tabella di marcia per il MPS, Giorgette ha affermato che ci sono scadenze definite dall’UE e che il governo dovrebbe vedere “cosa si può fare”.

(Relazione di Sylvia Ognipen, a cura di Agnieszka Flock; Valentina Saw Editing)

READ  Il successo della squadra olimpica multiculturale italiana richiede l'abrogazione delle rigide regole di cittadinanza