Gennaio 23, 2022

AstiNotizie.it

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Tornos Notizie | La Strategia Aerospaziale Nazionale Italiana significa successo e vince nuove sfide

L’ENAC, l’Ente nazionale per l’aviazione civile, l’ENAV, fornitore italiano di servizi di navigazione aerea e Associazione internazionale del trasporto aereo (IATA), ha pubblicato un rapporto sullo stato di avanzamento della Strategia nazionale per l’aria (NAS), rilevando che diverse iniziative sono state avviate con successo. Sfide future.

La Strategia Aerospaziale Nazionale Italiana è parte integrante del programma Extensive Single European Sky (SES) per modernizzare lo spazio aereo in tutta Europa. Questa strategia include iniziative legate alla modernizzazione aerospaziale concordate dai principali partner dell’aviazione nazionale, tra cui aeroporti, compagnie aeree, ENAV, Aeronautica Militare, ENAC e governo. Ciò garantirà la continua evoluzione del sistema aereo italiano e contribuirà all’economia nazionale e all’efficienza del sistema aereo europeo e mondiale.

L’impegno nell’iniziativa NAS ha posto l’Italia in prima linea nella regione in termini di sforzi evolutivi aerospaziali. ENAV ha la modernizzazione aerospaziale al centro delle sue operazioni. Lo spazio aereo Freeway è già una realtà nello spazio aereo italiano, riducendo il consumo di carburante, le emissioni di CO2 e i costi, e l’azienda è già una delle migliori in Europa per tempestività ed efficienza.

“ENAC ed ENAV hanno una partnership chiave con le compagnie aeree che estendono l’importanza dei servizi di navigazione aerea oltre la gestione sicura dello spazio aereo. ENAV è stata tra le prime ad adottare l’idea di unire gli utenti aerospaziali con il regolatore nazionale, ENAC, per sviluppare strategia aerospaziale.

Alessio Quaranta, Direttore Generale ENAC, ha dichiarato: “Considerando la nostra convinzione che il COVID sarà il suo ultimo colpo, l’ambiente non può essere fermato considerando il futuro. L’Europa e il mondo non possono abbandonare l’aviazione, ma anche se il nostro contributo alle emissioni totali è minimo, è nostro dovere contribuire alla protezione dell’ambiente. Fondata congiuntamente da ENAC a livello nazionale e da allora attivamente coinvolta nell’iniziativa aerospaziale nazionale. L’Autorità per l’aviazione civile, il fornitore di servizi di navigazione aerea, gli utenti aerospaziali, gli operatori aeroportuali e l’Aeronautica Militare lavorano insieme per selezionare e dare priorità ai cambiamenti volti a ridurre al minimo la produzione di CO2 sicura ed efficiente e introdurli in modo rapido ed efficiente. E sistema di trasporto aereo funzionale.

READ  L'Italia discuterà l'azione di KKR su DIM dopo l'asta, afferma il ministro

Paulo Simeone, CEO di ENAV, ha dichiarato: “L’iniziativa NAS, supportata da IATA, ENAC e dai principali attori dell’aviazione e dal governo, dimostra che abbiamo costruito valore negli ultimi 3 anni lavorando insieme. Organizzazione nazionale e ampia rete europea. La digitalizzazione e la sostenibilità sono ben radicate nel nostro DNA e rappresentano fattori chiave nella nostra attuale missione di rispondere alle esigenze dei partner dell’aviazione e aprire la strada al futuro, a sostegno della modernizzazione dello spazio aereo nazionale. Con idee innovative in servizi cloud, torri remote e digitali, integrazione di centri di controllo d’area, tecnologie satellitari e droni, rappresentiamo l’implementazione dello spazio aereo a rotta libera e la modernizzazione della nostra infrastruttura in anticipo rispetto ai requisiti normativi. Esempi presi anche in lavori NAS congiunti.

Dal suo lancio nel dicembre 2018, molti obiettivi chiave sono stati sostenuti dall’iniziativa NAS, nonostante gli ostacoli posti dall’epidemia di Govt-19. Grazie allo stretto coordinamento tra ENAV, compagnie aeree, aeroporti, personale militare ed ENAC, le realizzazioni comprendono:

L’aggiornamento dello spazio aereo superiore, sostituendo la struttura del percorso standard con un concetto aerospaziale a percorso libero, consente agli aerei di seguire percorsi di volo ottimali senza restrizioni. Dal 2016 la FRA ha stoccato circa 600.000 tonnellate di CO2. Anche l’uso flessibile dello spazio aereo tra utenti civili e militari è migliorato.
Riprogettare lo spazio aereo del terminal utilizzando i metodi più accurati e flessibili basati sulle specifiche PBN. Ciò viene fatto in concomitanza con la comunicazione, la navigazione e la strategia di sorveglianza, concentrandosi sul passaggio dai radar e dalle radio tradizionali alle tecnologie satellitari.
Miglioramento del throughput della pista e della connettività aeroportuale. Nuove tecniche di gestione del traffico aereo sono state utilizzate per programmare meglio gli arrivi e le partenze. Sono stati implementati percorsi continui di salita e discesa per ridurre la combustione del carburante, le emissioni e il rumore.
L’evoluzione dei sistemi e delle apparecchiature di gestione dell’aviazione (ATM) è un contributo fondamentale a questi miglioramenti. Tatalink Communications e Digitalization hanno migliorato le prestazioni e i livelli di sicurezza con un’elevata automazione e controlli avanzati. Questi progressi tecnologici aprono la strada alle operazioni di torri remote negli aeroporti più piccoli, che contribuiranno a razionalizzare il numero di centri di controllo ea ridurre i costi.

READ  L'accordo tra Sarets e I Wonder Pictures riguarda il nuovo cinema italiano

Sfide future

Lo spazio aereo italiano ha bisogno di un costante ammodernamento. Inoltre, devono essere integrati nuovi utenti aerospaziali. Si prevede che i veicoli aerei senza equipaggio, o droni, diventeranno una delle forme dominanti di aviazione. Saranno necessari nuovi progetti e capacità aerospaziali per soddisfare la domanda di questi velivoli in modo sicuro ed efficiente.

Nel frattempo, aumenterà anche l’attività aerea superiore. I velivoli sottomarini, per motivi di lavoro o scientifici, o velivoli supersonici o ipersonici devono essere ospitati in gran numero. Inoltre, l’aeroporto Crotacli di Toronto è stato identificato come la prima stazione spaziale italiana, in linea con il nome di economia spaziale del governo italiano nell’ambito della sua politica economica nazionale.

Argomenti correlati: Grecia, Notizie di viaggio in Grecia, Turismo in Grecia, Isole greche, Hotel in Grecia, Viaggio in Grecia, Luoghi greci, Mercato turistico greco, Statistiche di viaggio in Grecia, Rapporto di viaggio greco

Fonte foto: Wikimedia Commons Licenza: CC-BY-SA Copyright: Masakatsu Ugon