Dicembre 7, 2021

AstiNotizie.it

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Tre prestazioni uniche dell’Under 21 irlandese sono state una dura sconfitta per l’Italia

Report di Jonathan Brown dal Tallock Stadium

In una notte ventosa a Dalhousie, gli U21 irlandesi hanno perso 2-0 contro la forte Italia. Un errore in difesa L’attaccante italiano Lorenzo Luca ha segnato un gol facile nel primo tempo, dopo di che un contropiede tardivo ha regalato all’Italia il raddoppio. L’Italia è stata complessivamente migliore, ma ha visto l’Irlanda competere dall’inizio alla fine, che avrebbe potuto pareggiare quella partita un altro giorno. L’occasione nel secondo tempo per Ross Dierni è stata ben salvata, ma gli uomini di Jim Crawford hanno dato all’Italia una sfida difficile.

Potrebbe essere stata una perdita, ma c’erano molti aspetti positivi da trarre da essa. L’Italia è una squadra forte, piena di giocatori che giocano in Serie A, ma era di proprietà dell’Irlanda. Ci sono stati anche alcuni colpi interessanti di diversi giocatori. Eccone alcuni.

Prestazioni speciali per l’Irlanda U21

Gavin Kilkenny

Molti piangevano Kilkenny viene convocato in prima squadra È facile capire perché. Il centrocampista del Bournemouth è stato il primo disegnatore ieri sera. Il suo primo tocco è stato morbido come il velluto ed è stato molto veloce nel possesso. L’Italia ha provato a mettergli pressione, ma aveva abbastanza talento per uscire da situazioni tese in cui molti se ne sarebbero liberati. L’Irlanda ha faticato a prendere la palla per diverse partite.

È stato espulso in 75 minuti, ma era ancora il miglior giocatore dell’Irlanda. Ha una presenza tranquilla a centrocampo e lui e Connor Coventry hanno formato una forte partnership al centro del parco. Kilkenny è molto pronto a fare il prossimo passo per la prima squadra di Stephen Kenny, e dovrebbe farlo nel nuovo anno.

READ  Recenti: i casi virali sono in aumento in Italia; Euro 2020 Link Govt Locali notturni Vietnam Più Hawaii

Sarà Smallphone

Questa è la prima partita di Smallphone per l’Irlanda U21 da quando è tornato da un infortunio al legamento crociato anteriore lo scorso gennaio, e non è rimasto deluso. Lui, insieme a Connor Nose e Colm Whelan, sono stati i principali attaccanti dell’Irlanda nel primo tempo. Ha occupato la fascia destra e ha lavorato con Nose a lato per ottenere i cross.

Nella ripresa è passato al suo ruolo centrale preferito e ha aiutato l’Irlanda a uscire da alcune situazioni difficili. Ha segnato su alcuni buoni calci di punizione e angoli, ma senza successo. L’Irlanda non ha davvero un talismano aereo che possa tenere la palla sopra, perché i difensori italiani hanno torturato il piccolo attacco irlandese. Forse qualcosa sarebbe potuto succedere se Coyote avesse iniziato la crocifissione di due piccoli telefoni. Ma a prescindere da ciò, l’uomo di Southampton sembrava destinato a perdere una partita e migliorerà nel tempo man mano che si insedierà ulteriormente in questa squadra.

Brian Maher

Il portiere dei Bray Wanderers è un ottimo esempio di come i giovani giocatori possono rimanere in Irlanda e trasformare il loro gioco in grandi giocatori. Maher è passato ai St Kevin’s Boys e ai St Bots prima di passare al Bray l’anno scorso, ed è diventato un ottimo portiere. Potrebbe non essere il più alto dei portieri, ma ha dei riflessi incredibili. Ha fatto due risparmi immacolati per tenere l’Irlanda fuori dalla partita.

Più interessante è stato il suo interesse per far avanzare la palla. Col passare del tempo, con l’Irlanda in svantaggio, Maher ha lanciato la palla ai terzini ed è uscito velocemente con la palla per iniziare l’attacco. Come segno di un buon portiere, a volte era frustrato dal fatto che i giocatori non si rendessero disponibili. Ha messo la palla sui piedi e composto così tanto che ha girato l’attaccante italiano Luca con un buon groove-turn. Maher è decisamente nella stessa forma di Gavin Green ed esprime fiducia in lui.

READ  Nave volontaria di salvataggio con 800 migranti chiede porto sicuro in Italia

La mente si è spostata verso la prossima partita contro la Svezia di martedì prossimo. Se gli uomini di Jim Crawford vogliono qualificarsi per l’euro nel 2023, deve quasi vincere.

Guarda anche: Ecco la squadra irlandese che vogliamo vedere contro il Lussemburgo