Dicembre 7, 2021

AstiNotizie.it

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Un gruppo di consumatori critica il Forum alimentare dell’UE come “spettacolo italiano” – POLITICO

I deputati e gli attivisti del settore discutono della politica alimentare dell’UE in un forum chiave a Bruxelles, accusandola di essere una macchina per gli interessi italiani.

La polemica è scoppiata sul Forum alimentare europeo durante lo sviluppo di nuove regole su come visualizzare le informazioni nutrizionali sulle etichette degli alimenti di Bruxelles. L’Italia si oppone con veemenza alle spie rosse sullo schema di etichettatura del punteggio nutrizionale francese sugli imballaggi alimentari perché questi indicatori penalizzano i suoi sapori grassi come l’olio d’oliva e il parmigiano.

In un dibattito sempre più aspro sull’argomento, l’Organizzazione europea dei consumatori (BEUC) ha dichiarato che sospenderà l’adesione al forum fondato nel 2019. Campione dei diritti dei consumatori, BEUC L’UE dovrebbe scegliere il punteggio nutrizionale, Politici di un passo in Italia Resiste furiosamente, L’UE dovrebbe argomentare Scegli un altro percorso Cibi classificati.

Punteggio nutrizionale È già l’etichetta più popolare del blocco, Accettato da paesi come Francia, Germania e Spagna. Ma il sospetto si sta diffondendo rapidamente mentre i politici vengono spinti a difendere i loro interessi nazionali. Il mese scorso, il ministro dell’Agricoltura francese Julian Denormandi ha chiesto una revisione del sistema di punteggio nutrizionale. Un orecchio sente Dai produttori di formaggio Rockford.

A Bruxelles, il nemico dell’etichettatura ha creato una spaccatura nel forum alimentare europeo, dove giganti del settore come Mars, Kelloggs e Coca-Cola stanno discutendo le recenti mosse politiche dell’UE con alcuni gruppi della società civile come gli eurodeputati e il BEUC. “Sta davvero diventando sempre più uno spettacolo IT”, ha scritto il direttore generale del BEUC Monique Cohen A proposito di EFF è stato inviato il 14 ottobre in un’e-mail interna vista da POLITICO.

READ  Gogia d'Italia ha vinto la prima Coppa del Mondo della stagione

“Spero che ce ne andiamo. Questo piccolo scherzo è durato abbastanza a lungo.

Uno di questi membri del MEP, Marco Dreosto del gruppo Right-wing Identity and Democrats, ha scritto a POLITICO: “Le parole molto sfortunate della signora Cohen (chiamando l’EFF uno spettacolo italiano) non riflettono la realtà e offenderanno profondamente i membri dell’EFF ed entrambi i deputati italiani .”

Camille Perrin, funzionario senior della politica alimentare del BEUC, ha confermato che il BEUC non rinnoverà i suoi membri dell’EFF nel 2022.

L’imminente partenza del BEUC è un nuovo colpo alla credibilità dell’EFF, che si configura come un forum neutrale per evitare posizioni politiche. Tuttavia, poiché opera al di fuori dei confini del Parlamento europeo, attivisti per la trasparenza Un anno fa, sollevando preoccupazioni per l’EFF, il forum ha avvertito che avrebbe fornito ampie opportunità alle grandi imprese di esercitare pressioni sui deputati europei ed esercitare una maggiore influenza sulla nuova agenda europea per le diete sostenibili a porte chiuse. Da allora, l’EFF ha invitato i giornalisti a partecipare ai suoi eventi.

Secondo l’e-mail trapelata, l’impulso immediato per l’uscita del BEUC sembra essere una preparazione per una tavola rotonda intitolata “Il viaggio verso l’etichettatura armonizzata della parte anteriore dell’imballaggio dell’UE”.

Perrin ha affermato che l’EFF si sta concentrando maggiormente sulla questione. “La proliferazione di eventi, molti dei quali hanno lo stesso argomento, ad esempio l’etichettatura nutrizionale, rende difficile per noi lavorare alla luce delle nostre risorse limitate”.

EFF ha ospitato eventi lo scorso dicembre che hanno toccato questioni di etichettatura che vanno dall’etichettatura nutrizionale all’apparentemente “imballaggio standard” il 27 ottobre, dove ha partecipato all’evento relatore del BEUC.

READ  Il paese in Italia si prepara a mettere all'asta 20 case a 2 euro l'una

Perrin ha anche affermato che “l’equilibrio” tra i membri del MEP è stato “un po’ perso nel tempo”.

Sette dei 34 eurodeputati del forum sono italiani, tra cui il direttore generale Luisella Ciani.

Un altro membro del Consiglio Nazionale delle Ricerche e dei suoi ricercatori hanno pubblicato Confronto Opera Nelle opzioni di etichettatura degli alimenti. Dice che il punteggio Nutri e l’etichetta Neutrinform spinta dall’Italia hanno sia vantaggi che svantaggi, e conclude che il punteggio Nutri “può essere un buon punto di partenza, ma deve essere riconsiderato”.

Un portavoce dell’eurodeputato italiano Brando Benefi, fondatore del gruppo socialista e democratico EFF, ha dichiarato: “Si rammarica di aver lasciato il BEUC e spera che tornino nel gruppo”. Ha aggiunto: “La nostra posizione sul punteggio nutrizionale è chiara”.

La leader dell’eurodeputata polacca Rosa Tun e Hohenstein, capo dell’EFF, hanno sottolineato che il BEUC ha approvato la decisione di tenere due eventi sull’etichettatura e si è seduta nel comitato direttivo della piattaforma Cohen, che approva il calendario degli eventi. “Siamo orgogliosi di avere una comunità europea in crescita guidata da un gruppo forte ed equilibrato di 34 eurodeputati provenienti da tutti i 7 gruppi politici e 14 Stati membri”, ha scritto Tun.

Salvatore De Meo, eurodeputato italiano del Partito popolare europeo di centrodestra, ha detto che l’uscita dal BEUC è stata un peccato.

“Ho trovato che tutte le discussioni EFF a cui ho partecipato sono sempre state molto equilibrate, considerando sia la presenza dei relatori che gli argomenti discussi e le opinioni espresse”, ha affermato.

Questo fa parte dell’articolo PoliticaIn Premium Policy Service: Agricoltura e Alimentazione. Dalla sicurezza alimentare alle malattie degli animali, ai pesticidi e altro ancora, i nostri giornalisti specializzati ti danno la priorità su argomenti che sono all’ordine del giorno della politica agricola. E-mail [email protected] Per un’udienza di encomio.

READ  MAMM: Girolamo Pompelli: Italia industriale 1920-1960